Confartigianato, incremento superiore a quello dell’Eurozona

ROMA – Food economy in crescita in Italia con un incremento dell’occupazione nell’ultimo anno del 4,8% nel comparto alimentare e delle bevande contro un +0,7 dell’Eurozona. Il fatturato delle imprese è invece registrato in 131,7 miliardi di euro. A rilevare il dato economico è l’ufficio studi Confartigianato nell’ambito di uno studio del settore nel quale si analizza la performance delle piccole imprese e dell’artigianato alimentare e bevande che pesa per l’1,6% del totale degli addetti di tutti i settori.

Dall’analisi emerge in particolare che il comparto ha una maggiore incidenza nel Mezzogiorno (2,9%), seguito dal Nord-Est (1,6%), Centro (1,3%) e Nord Ovest (1,1%). A livello internazionale l’andamento occupazionale italiano supera invece, sulla base di dati Eurostat, la Spagna che cresce del 3,9%, Francia (+0,2%), Germania (-1,3%) e Regno Unito (-12,1%). Infine i ricercatori segnalano che nel settore dell’alimentare e bevande lavorano in imprese artigiane 157.262 addetti.

A livello di territorio la provincia con il maggiore numero di occupati nel campo delle piccole imprese di alimentari e bevande è Nuoro con il 5,8% degli addetti delle imprese della provincia. Seguono Trapani con 4,9% ed Enna e Ragusa con il 4,6%.

FONTE: http://www.ansa.it