FoodTech hub

Scelte le 7 startup internazionali del progetto

(ANSA) – MILANO, 22 GEN – C’è chi produce una crema a base di olio extravergine d’oliva da usare al posto del burro, o chi offre un algoritmo per una prezzatura dinamica che tanga conto della data di scadenza dei prodotti. Sono solo alcune delle idee sviluppate dalle 7 startup internazionali che seguiranno il percorso del FoodTech Accelerator coordinato da Officine Innovazione di Deloitte, con Amadori, Cereal Docks e il Gruppo Finiper. Le imprese provengono da Italia, Israele e Stati Uniti e sono state selezionate tra oltre 300 candidate da 41 Paesi. Accederanno a un programma di 15 settimane durante il quale avranno la possibilità di consolidare il proprio modello di business e si preparereranno ad affrontare investitori e mercati, grazie al supporto di oltre 50 mentor specializzati. Luogo fisico del programma è il nuovo ‘FoodTech Hub’, nel Centro Commerciale ‘Piazza Portello’ di Milano, messo a disposizione da Finiper. Le 7 startup avranno accesso a un investimento iniziale in equity di 150.000 euro complessivi, e un supporto in termini di servizi e di consulenza per un controvalore di 350.000. Il FoodTech Hub mira anche a diventare punto d’incontro per la FoodTech community in Italia, ospitando un calendario di appuntamenti con esperti del settore. Il percorso si concluderà con un DemoDay alla quinta edizione di Seeds&Chips, il summit sull’alimentazione a Fiera Milano (Rho) dal 6 al 9 maggio. (ANSA).

FONTE: http://www.ansa.it