Gli italiani continuano a farlo in casa. E così le vendite di mascarpone aumentano: +5,2% in un anno

Di tiramisù non ci si stanca mai. Nonostante sia sulla cresta dell’onda (del piacere) da anni, quello che resta il dolce italiano più conosciuto, amato e copiato al mondo, continua a spopolare nei ristoranti (non solo italiani) di tutti i continenti. Anche l’Italia è stata contagiata da questa “febbre” e non sembra preoccuparsi di trovare una guarigione: il tiramisù è immancabile in trattorie e ristoranti, ma si continua a prepararlo anche in casa, magari seguendo (e aggiornando) la ricetta di famiglia

Per Assolatte la conferma della passione degli italiani per la preparazione “home made” di questo dolce al cucchiaio viene dai dati relativi alle vendite di mascarpone, l’ingrediente-chiave del tiramisù: lo comprano oltre 37 famiglie italiane su 100. E gli acquisti sono in aumento: tra giugno 2018 e giugno 2019, le quantità di mascarpone venduti nei punti vendita della distribuzione moderna sono cresciute del 5,2%, portando così il mercato alla cifra record di 14.200 tonnellate per un giro d’affari di 84,2 milioni di euro. Oggi in un ipermercato si trovano fino a 10 referenze di mascarpone, in un supermercato fino a sette e fino a quattro nel libero servizio e nei discount.