È scientificamente dimostrata la relazione tra efficacia della risposta immunitaria e stato di salute del microbiota (batteri funghi e virus che colonizzano le mucose di ciascun individuo)
Recenti evidenze dimostrano che il microbiota intestinale è quotidianamente modificato dalle nostre scelte alimentari con particolare riferimento a quantità, qualità e densità nutrizionale del cibo. In sintesi, l’efficacia della risposta immunitaria è strettamente legata alla nostra DIETA.
In questa emergenza epidemica virale può essere molto utile sapere come migliorare il microbiota intestinale e come direttamente potenziare le proprie difese immunitarie con una specifica alimentazione

Di seguito vi elenco delle semplici e pratiche raccomandazioni nutrizionali utili da seguire:

-	Dott.ssa Carmen Milone

Eliminazione di tutti i carboidrati da farine raffinate (00) e degli zuccheri semplici
Eliminazione di tutti i cibi e i loro componenti in grado di produrre infiammazione. Decisamente consigliato è l’utilizzo di cibi di origine BIOLOGICA e BIODINAMICA
Aumento del consumo di VITAMINA E, ACIDI grassi insaturi e polinsaturi, Omega 3

È consigliata quindi l’assunzione giornaliera di olio extravergine d’oliva, pesce azzurro e semi oleosi come noci nocciole e mandorle
L’uso delle mandorle è particolarmente raccomandato per l’elevato contenuto di minerali, in particolare di ZINCO il più importante stimolatore delle DIFESE IMMUNITARIE ANTIVIRALI
Aumento di VITAMINA C e flavonoidi con frutta e verdura di stagione

Decisamente consigliato è quindi il ricorso giornaliero di spremuta d’arancia rossa o tarocco o a estratti contenenti anche carote e rape rosse. Consigliato il consumo di 4 porzioni giornaliere di verdure durante i pasti (2 porzioni a pranzo e 2 porzioni a cena)

F/to:  – Dott.ssa Carmen Milone

FONTE: www.carmenmilone.it