C’è ancora tempo sino al prossimo 23 novembre per esprimere direttamente online la propria preferenza circa i progetti più innovativi che hanno aderito al bando “Coltiviamo Agricoltura Sociale 2019”, organizzato da Confagricoltura e Onlus Senior – L’Età della Saggezza, Reale Foundation, in collaborazione con Rete Fattorie Sociali, Università di Roma Tor Vergata. Obiettivo dell’iniziativa è, naturalmente, quello di incentivare la diffusione dell’agricoltura sociale, in particolare favorendo ed accompagnando lo sviluppo di attività imprenditoriali in grado di coniugare sostenibilità ed innovazione.

Il bando di concorso, giunto alla sua quarta edizione, mette in palio la somma complessiva di 120 mila euro, prevedendo l’attribuzione di tre premi in denaro, ognuno dell’importo di 40 mila euro. Ma, considerato che l’agricoltura ha bisogno di imprenditori sempre più specializzati e preparati, il bando di concorso prevede anche l’assegnazione ai tre vincitori di altrettante borse di studio finalizzate alla partecipazione al “Master di Agricoltura Sociale” presso l’Università di Roma Tor Vergata.

Sono 89 i progetti in gara, presentati entro la scadenza dei termini fissati dal bando. Dal punto di vista geografico, le progettualità provengono da tutte le regioni d’Italia, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia. Sono le regioni Piemonte, Puglia e Lombardia che occupano i gradini del podio della classifica relativa al numero di progetti presentati, rispettivamente 12, 8 e 7. Per quanto riguarda gli ambiti di intervento oggetto delle progettualità, si va dall’inserimento di persone con disabilità, all’educazione ambientale ed alimentare, passando per la salvaguardia della biodiversità.

I progetti sono inseriti, in ordine alfabetico e corredati da un breve abstract e foto, sulla piattaforma internet dedicata www.coltiviamoagricolturasociale.it . Per votare occorre registrarsi sulla citata piattaforma nella pagina iniziale, cliccare su “iscriviti”, compilare la griglia e inviare. Arriva quindi un link di verifica che, con clic, riporta in “home”. Qui, nella sezione “accedi” occorre confermare mail e password. A questo punto si può votare il progetto prescelto. Le trenta proposte che avranno raccolto il maggior gradimento passeranno al vaglio di una commissione di esperti per la selezione definitiva. Entro dicembre si conosceranno i tre progetti vincitori che dovranno essere realizzati entro ottobre 2020.

Di Antonio Longo