Alimentare: contro contraffazione sul “made in italy” imprese e consumatori si alleano. Grazie ad app sarà possibile denunciare in tempo reale imitazioni e falsi. Authentico e Consumerismo lanciano una task force contro il cibo “tarocco” e il falso made in italy

COMUNICATO STAMPA

Napoli, 20 luglio 2020 – OGNI ANNO 1,2 MILIARDI DI PERSONE NEL MONDO COMPRANO UN PRODOTTO ITALIANO, MA ALL’ESTERO 2 PRODOTTI SU 3 SONO IMITAZIONI

La domanda di prodotti italiani è enorme ed è in costante crescita. L’Italia figura al 1° posto come origine di prodotti alimentari esteri più ricercati e ogni anno 1,2 miliardi di persone nel mondo comprano un prodotto italiano e di questi ben 720 milioni sono consumatori fidelizzati. Nonostante ciò l’export alimentare italiano, pur registrando degli incrementi anno su anno dal 2015, non riesce a fare significativi balzi in avanti. Il consumatore estero che vuole acquistare cibo italiano spesso trova sullo scaffale del supermercato un prodotto che sembra italiano ma che non lo è: Parmesan, Zottarella, Salami, Monticino, Regianito, Barollo, Macaroni, Monticella, San Marzani, Vinocella, sono solo alcuni dei fantasiosi nomi che evocano famosi prodotti italiani. Si stima che almeno 2 prodotti su 3 commercializzati all’estero siano imitazioni.

Proprio per contrastare la contraffazione e combattere il fenomeno dell’ “Italian Sounding”, nasce oggi una alleanza tra consumatori e imprese, che darà il via ad una vera e propria task force contro i finti prodotti italiani.

Authentico (progetto creato da manager, imprenditori e professionisti per il contrasto dell’imitazione di prodotti agro-alimentari italiani all’estero) e l’associazione dei consumatori no profit CONSUMERISMO annunciano oggi una alleanza che porta alla creazione di uno sportello dedicato e di un osservatorio permanente sul fenomeno della contraffazione alimentare. Grazie a questo sportello i consumatori possono segnalare prodotti sospetti che hanno visto nei negozi fisici e sui siti di e-commerce. La segnalazione potrà avvenire utilizzando l’App gratuita di Authentico che consente di fotografare il prodotto e di inviarlo in automatico ad un team di esperti che effettua una verifica e da riscontro al segnalatore.

“La contraffazione alimentare, la falsificazione e l’imitazione di prodotti italiani non conosce sosta anche durante l’emergenza sanitaria. Prosciutto, Vini, Olio, Formaggi e Pasta tra i prodotti più contraffatti. Il consumatore spesso ignaro viene ingannato da indicazioni mendaci sulla confezione o da grafiche accattivanti e acquista prodotti, anche online, che potrebbero minare la sicurezza alimentare e di conseguenza la sua salute” – dichiara Giuseppe Coletti , CEO Authentico.

“Se la segnalazione è fondata, viene fatta un trasferimento del fascicolo al team di Consumerismo che si occuperà di indirizzarla verso gli organi competenti (Antitrust e Ministeri), come pure verso i consorzi di tutela per i prodotti a denominazione di origine. Il coinvolgimento dei consumatori in un’attività di vigilanza e tutela della produzione italiana è una novità assoluta e consente di fare un monitoraggio capillare sull’intera rete di vendita italiana e sui siti di commercio elettronico. In alternativa all’app sarà anche possibile inviare una foto ad un indirizzo email info@consumerismo.it per attivare la medesima procedura” – afferma Luigi Gabriele, Presidente di Consumerismo.

Sito web CONSUMERISMO www.consumerismo.it – redazione@consumerismo.it

FONTE: https://www.authentico-ita.org/