Un vero viaggio enogastronomico alla scoperta del cibo italiano può durare settimane, se non mesi. I piatti tipici italiani sono moltissimi, con variazioni regionali e personalizzazioni ancora più locali. Vengono tramandati di generazione in generazione, esportati in tutto il mondo, perfezionati, celebrati e, soprattutto, gustati a tavola.

Scopriamo allora in breve cosa mangiare in Italia.

Pizza
È la regina dei piatti tipici italiani, un simbolo del Bel Paese in tutto il mondo. La si trova ormai in tutta Italia, ma per assaporarla nella sua forma più pura e originale suggeriamo di andare a Napoli, in Campania. È proprio alla città partnenopea, infatti, che si riconduce la genesi di questa gustosissima preparazione. La più antica pizzeria del mondo si trova proprio a Napoli: è l’Antica Pizzeria Port’Alba ed è stata fondata nel 1738!

Cassoeula e polenta
Per le serate invernali umide, fredde e nebbiose del Nord Italia, niente di meglio che un piatto di cassoeula e polenta, preparata magari sul fuoco del camino. La pietanza a base di carne di maiale, verdure di stagione e verze è un inno a semplicità, praticità e gusto. Accompagnata da polenta fatta in casa, è il piatto tipico del Milanese.

Colazione all’italiana
La colazione all’italiana è diversa da quella nel resto dell’Europa (e del mondo) principalmente perché è a base di alimenti dolci: brioche, croissant, pane con burro e marmellata, biscotti… Il tutto, accompagnato da un buon caffé, da un cappuccino, dal caffelatte o, per i più piccoli, da latte e cacao. A seconda delle regioni, troverete anche cereali, fette biscottate, yogurt e miele. È il pasto più importante della giornata, e la sua grande varietà ne è testimone.

Mozzarella di bufala
È prodotta solo in alcune zone dell’Italia meridionale, e va mangiata rigorosamente fresca. Proprio per questo la mozzarella di bufala campana è un piatto tipico italiano che è davvero difficile trovare altrove. Il formaggio è prodotto dal latte della bufala “River”, detta anche mediterranea – una razza purissima e allevata solo in Italia, soprattutto in Campania, Lazio e Puglia.

Spaghetti ai frutti di mare
Dopo la pizza, è la pasta ad essere il simbolo del cibo italiano nel mondo. Tipici delle regioni marine del Centro-Sud, gli spaghetti ai frutti di mare combinano il tipo di pasta più diffuso con il gusto di cozze, vongole, crostacei e altri molluschi. Il tutto servito con pomodorini freschi, prezzemolo e una spruzzata di olio extra-vergine d’oliva – una gioia per il palato.

Pizzoccheri
Piatto unico tipico della Valtellina, i pizzoccheri sono delle tagliatelle extra large di grano saraceno, condite con patate, verze, burro, salvia, aglio e formaggio fuso Casera. Accompagnato da un buon bicchiere di vino rosso, è il piatto di prima scelta nei rifugi di montagna in autunno e in inverno. Meglio ancora se la pasta è fresca e preparata a mano.

Gelato artigianale
La particolarità del gelato all’italiana rispetto ai vari tipi di “ice cream” prodotti nel resto del mondo è che contiene ingredienti freschi e naturali, e una concentrazione molto bassa di grassi. Questo non significa che mangiarne tanto, ogni giorno, è salutare – ma una piccola abbuffata estiva di gelato artigianale sul lungomare romagnolo ve la si perdona di sicuro.

Tiramisù
Tra i dolci tipici della Penisola, il tiramisù è forse quello più caratteristico. La torta, a base di biscotti savoiardi, mascarpone, uova e caffé, è tanto laboriosa da preparare quanto morbida e saporita da gustare. Diffuso in tutta Italia, le sue radici affondano tra le terre del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e della Toscana.

Tiramisù
La preziosissima spezia conferisce il caratteristico colore giallo e dona un sapore tutto particolare al risotto alla milanese (con l’ossobuco) e a quello alla monzese (con la tipica salsiccia “lüganega”). È un utilizzo pressoché unico dello zafferano nella cucina italiana, ed è tipico di molte province della Lombardia.

Pane e cioccolato
No, non ci siamo dimenticati di spuntini e merende. Che si faccia in casa, davanti alla TV, in giardino, nel parco cittadino, in spiaggia o a scuola, lo spuntino di metà mattina e la merenda del pomeriggio per tradizione è a base di pane e di crema di nocciole e cioccolato. La tipica merenda italiana è quella che vi lascia a leccarvi gli angoli della bocca.

FONTE: https://blog.clubmed.it